24 C
Asti
martedì, 23 Luglio 2024

“Villafranca Domani” chiede al Comune quali iniziative siano state attuate per affrontare il disavanzo economico dell’Opera Pia S. Elena

SOCIALE PER LE FAMIGLIE

Lo scorso 24 dicembre, ho presentato al Comune un’interrogazione sulla situazione dell’Opera Pia S. Elena. L’ente ha chiuso il 2010 con un disavanzo di 40 mila euro. Per stessa ammissione del presidente, Carlo Cavalla, fatta nella primavera 2011, l’Opera Pia avrebbe 100 mila euro di debiti per lavori non eseguiti non compresi in bilancio. Una situazione complessa e da non sottovalutare. Anche tenendo conto che l’Opera Pia riceve contributi annuali dai Comuni di Villafranca, Cantarana, Maretto, dallo Stato, dalla Regione e dal Cogesa per circa 80 mila euro complessivi, di cui 24 mila dalla sola Villafranca (dati bilancio 2010). La questione aveva già avuto accenni in consiglio comunale ma senza risposte chiare da parte dell’amministrazione comunale. Generici rimandi ad incontri con altri Comuni da farsi entro la fine del 2011. Se queste consultazioni siano avvenute, non lo so. Non mi è arrivata notizia di alcuna iniziativa concreta. Perché il Comune deve preoccuparsi? Perché l’Opera Pia oggi svolge una funzione sociale importante e unica, l’asilo, senza alternative sul territorio comunale. Perché i bisogni sono in aumento: cambia la popolazione, aumentano gli stranieri ed i conseguenti problemi di integrazione, aumentano le famiglie in situazione di difficoltà economica che faticano a sostenere i costi per i figli. Per chi lavora, ha importanza un dopo scuola fatto con qualità. Il Comune mette di suo un contributo economico forte e nomina una parte del consiglio di amministrazione, con la conseguente responsabilità politica sulle scelte. Dal punto di vista economico, un dato positivo sono i 35 mila euro di ammortamenti presenti in bilancio (2010). Altro elemento positivo è la gestione diretta del personale: scelta che consente senz’altro vantaggi economici e qualità del servizio. Dall’altro lato, però, ci sono dubbi sempre maggiori su quello che verrà di contributi statali e regionali, visto il momento in cui si parla solo di tagli alla spesa pubblica.

l’interrogazione di “Villafranca Domani” sulla situazione dell’Opera Pia S. Elena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI