15.2 C
Asti
lunedì, 15 Aprile 2024

vigili della Valtriversa da record: lavorano in 18 Comuni

E LA CHIAMANO SICUREZZA

In quanti Comuni lavorano i vigili della Valtriversa? I Comuni aderenti all’Unione: Cantarana, Monale, Maretto, Roatto, Castellero, Cortandone. Ai quali si aggiungono i due Comuni convenzionati secessionisti: Villafranca e Baldichieri. Ma non finisce qui. E’ convenzionata anche l’Unione delle Colline Alfieri: S. Martino Alfieri, Antignano, Celle Enomondo, Revigliasco, Cisterna, Tigliole. Finito? No. Bisogna ancora aggiungere Moncucco Torinese, Piovà Massaia, Aramengo e Passerano Marmorito. Diciotto Comuni. Un record mica da ridere visto che i vigili in organico sono solo quattro. Se poi consideriamo che una parte dell’orario se ne va nella gestione amministrativa degli autovelox di Villafranca e Baldichieri, direi che il record è guinnes dei primati. Come si fa a parlare di vigili che lavorano per sicurezza in una situazione del genere? Ovviamente, la colpa non è loro. Sono gli amministratori che hanno scelto di spartirsi l’orario in modo così frazionato per ridurre i costi. Solo logica economica. Alla moda italica, sulla carta il servizio esiste ma quello che fa nella realtà è tutto da valutare. In molti paesi, a partire da quelli della Valtriversa, sarà una presenza si e no simbolica. Personalmente, mi ero già opposto da solo a questo scelta quando ancora Villafranca era membro di quell’Unione e facevo parte del Consiglio come rappresentante dell’opposizione. I vigili dovrebbero essere dedicare il loro lavoro alla prevenzione e all’educazione. Per fare cosa? Gli esempi possibili sono diversi. Corsi di formazione alle scuole elementari e medie per spiegare i concetti fondamentali della viabilità e i rischi derivati dalle dipendenze.  E magari quella materia sparita dalle aule scolastiche che si chiamava educazione civica. Monitorare le  situazioni a rischio. Essere un occhio attento sul territorio facendo rete con le altre forze di polizia, le istituzioni e il volontariato. Oggi si cerca solo la riduzione dei costi. Senza pensare ad alcuna soluzione per produrre qualità, significa rassegnarsi al fatto che il Comune perda sempre di più il proprio ruolo di governo del territorio, in quanto incapace di incidere sui problemi.

LA CONVENZIONE VIGILI IN CONSIGLIO COMUNALE

A Villafranca, siamo tornati sull’argomento vigili nell’ultimo Consiglio comunale. L’amministrazione ha approvato una nuova convenzione con l’Unione Valtriversa. Il nostro gruppo si è astenuto. Perché? La nuova convenzione è molto simile alla precedente. Cosa cambia? L’onere complessivo sostenuto da Villafranca e Baldichieri sale da 102 mila euro all’anno a 107 mila: un aggiornamento dopo solo un anno. Presto. Come erano stati valutati i costi? Il resto dell’atto è rimasto pesantemente burocratico, fatto solo per creare un meccanismo per dividere le ore di servizio. Quanto sia applicabile realmente, è tutto da dimostrare. Poi c’è un complesso insieme di regole per dividere le varie voci di costo e di entrata. Cosa devono fare i vigili? Come devono impiegare le loro ore? Con quali obiettivi? Nessuno lo dice e nessuno se ne preoccupa. E’ rimasta anche la possibilità per   Villafranca e Baldichieri di vendere le ore di competenza ad altri Comuni, anche se dicono di non volerlo fare. E allora perché prevederlo?

Convenzione vigili: l’atto approvato dal consiglio comunale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI