10.5 C
Asti
domenica, 25 Febbraio 2024

riparazioni postume: il Santanera ricorda Carlo Torchio

NON DIMENTICHIAMO

Il prossimo 6 gennaio, la casa di riposo Santanera intitolerà la sala da pranzo della propria struttura a Carlo Torchio, deceduto il 2 gennaio 2010 dopo un lungo periodo di malattia. Torchio è stato presidente del Santanera per 16 anni, fino al 2006, e amministratore dell’ente per un trentennio. Una vita spesa al servizio della casa di riposo, con umiltà e dedizione, senza vantaggi personali. Dopo due anni l’ente si ricorda del suo vecchio presidente e decide di intitolargli un locale. Con molto ritardo ma si tratta di un gesto apprezzabile e doveroso, anche se il nome di Torchio meriterebbe qualcosa di più. Due anni fa, proprio il sottoscritto fece la proposta di dare il nome di Torchio a quanto si sarebbe realizzato nella ex proprietà Venturello, a fianco dell’attuale edificio principale. Nulla si è fatto di quel fabbricato, il cui mutuo per l’acquisto continua a pesare inutilmente sui conti del Santanera. All’amministrazione comunale proponevo di intitolare a Torchio un premio per sostenere iniziative particolarmente meritevoli in campo sociale. Anche in questo caso, nulla è stato fatto. In compenso, la scorsa estate, con una velocità strana nella lentissima politica villafranchese e cercando di mettere tutti davanti al fatto compiuto,  il presidente Binello e il Comune hanno tentato di consegnare la casa di riposo a soggetti non affidabili con procedure che violavano norme e statuto, poi annullate per “vizi insanabili” grazie all’intervento del nostro gruppo e al lavoro di Alfredo Castaldo, membro del consiglio di amministrazione da noi designato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI