21.6 C
Asti
sabato, 25 Maggio 2024

lavorare per il rispetto, contro la discriminazione

8 MARZO

8 marzo. Festa della donna. Vorrei che non ci fosse bisogno di una festa, che spesso si traduce solo in un evento commerciale, perché tutte le persone siano considerate per il loro lavoro e il loro impegno, senza nessuna differenza e senza che le differenze siano motivo di discriminazione. Bisogna far crescere la cultura del rispetto. Lavorare sui giovani, ai quali la società degli adulti ha proposto per convenienza modelli di riferimento sbagliati. Basati sull’immagine. C’è ancora molta strada da fare. In situazioni e livelli molto diversi. Anche nella comunità locale qualcosa può essere fatto. Porre attenzione alle scuole. Creare occasioni di formazione e dibattito. Investire nella coesione sociale e nell’integrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI