16.3 C
Asti
mercoledì, 22 Maggio 2024

è sbagliato cementificare il territorio senza nessun riguardo per l’effettiva necessità

SVILUPPO/2

I capannoni si possono costruire dappertutto? A mio avviso, l’ho già detto, cementificare il territorio senza nessun riguardo per l’effettiva necessità e per l’impatto ambientale è sbagliato. Il sindaco Padovani ha un’opinione diversa. Si dovrebbe poter edificare con più libertà “per cogliere le eventualità di sviluppo”: questo è quanto ha detto in una lettera inviata ai giornali alla fine del luglio scorso ed ha ribadito in un interessante convegno di Legambiente, al teatro San Giovanni, un mese fa. Costruire anche se i capannoni vuoti nei paesi della zona sono diversi. E cosa importa? Ancora una volta torna la parolina magica: “sviluppo”. Mangiarsi un bene irripetibile come il paesaggio per cercare un consenso a buon mercato. Ogni paese, anche piccolo, si faccia pure la sua zona industriale, dice la nostra amministrazione comunale tanto i sindaci sono i massimi protettori dell’ambiente. Basta guardarsi un po’ in giro per vedere come le cose siano andate in modo diverso. Quanti danni sono stati fatti nei paesi astigiani nel corso degli anni? Troppi. Nell’ultimo consiglio comunale, sempre il sindaco si è mostrato molto risentito, arrivando a minacciare querele, dal fatto che nel convegno di Legambiente sono usciti accenni di possibili importanti urbanizzazioni che potrebbero interessare il paese. L’amministrazione ha poco da arrabbiarsi. Non era forse vero che aveva nei suoi progetti una variante strutturale al piano regolatore che non è mai riuscita a realizzare? Non ha detto che le voci non sono vere. Ha detto che non ci sono atti concreti e che non ci saranno iniziative negli ultimi mesi di mandato. Ciò non vuol dire che non ci sia qualcuno interessato che ci sta pensando. E’ assolutamente legittimo che Legambiente si preoccupi e si chieda cosa succederà. Fa il suo mestiere. Forse, per il governo comunale rimane l’antico vizio di non voler sentir parlare delle cose che potrebbero dar fastidio. Vero?

Se questi sono i propositi, quale futuro attende il nostro paese se continuerà ad essere gestito dagli attuali governanti?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI