19.5 C
Asti
lunedì, 15 Aprile 2024

ancora nessuna risposta sugli accordi per l’uscita dalla Valtriversa. Meno tempo per la sicurezza del territorio

I DANNI DELLA DIVISIONE

Come sapete, “Villafranca Domani” aveva presentato un’interrogazione all’amministrazione comunale sui costi per l’uscita dall’Unione Valtriversa. Durante l’ultimo consiglio del 26 novembre scorso, il sindaco ha tentato una risposta, almeno per il momento solo verbale. Cosa ci è stato detto? Non c’è accordo. Fino ad oggi nessuna risposta ufficiale ci è arrivata. Segno evidente che l’intesa non è ancora stata raggiunta. Le frammentarie voci che ci sono giunte in queste settimane ci dicono che rimarrebbero distanze da colmare. Dall’accordo dipende il futuro del quarto vigile: vincitore di concorso ma ancora “in sospeso”. Cosa vuol dire? Se non ci sarà intesa, Villafranca e Baldichieri rimarranno senza vigili e dovranno trovarli convenzionandosi con altri. Gira già da tempo la voce che ci sarebbe l’idea di accordarsi con Asti. Vi immaginate i tempi di intervento di vigili che partono da Asti? E se i vigili prestati da un altro Comune finissero le ore a disposizione, cosa succederebbe? Se terminassero le ore, dubito che si dedicherebbero al servizio gratuitamente e dubito che, anche se fossero mossi da senso civico, avrebbero l’autorità per far valere i loro poteri.

Se ci sarà accordo tra gli otto Comuni della ex Valtriversa, forse il quarto vigile entrerà in servizio. Però, quante saranno le ore di lavoro dedicate al reale controllo del territorio? Probabilmente, meno di quelle a cui siamo abituati perché Villafranca e Baldichieri cercheranno di scaricare il costo del servizio sugli altri paesi e in più ci saranno da gestire gli autovelox. Le multe comportano atti amministrativi che vanno fatti e richiedono tempo. E poi bisogna preoccuparsi di incassarle, superando le difficoltà e con tutto il lavoro che l’Unione non è riuscita a fare in questi anni. Poi ci sono le ore già vendute ad altri paesi. Meno ore dei vigili, meno sicurezza per il territorio. Rompendo la Valtriversa, la sicurezza dei cittadini è stata ridotta ad un semplice fatto contabile.

2 Commenti

  1. Al danno materiale, aggiungerei la perdita dell’identità unitaria. Del Genius Loci che fa di un gruppo di paesi una comunità.

  2. le mosche cocchiere si vogliono fare sentire. Io non riesco a capire perchè una comunita (costruita con difficoltà dai capoccia) si possa dividere, poi riunire, ecc… Ma la Gente ripeto la GENTE che cazzo gli fraga se il sindaco tizio o caio non è più il fighetto della comunità Alla Gente interessa banalmente che le cose funzionino che i servizi migliorino e se si riesce costino meno. I sindaci nel loro ruolo istituzionale a cosa devono essere funzionali?? Mi piacerebbe saperlo.
    I comuni sotto i 5000 abitanti sono troppo costosi e forse inutili per il benessere della collettività

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI