29.6 C
Asti
martedì, 23 Luglio 2024

aiutare chi cerca un’abitazione

CASE

È capitato a tanti di dover cercare una casa in affitto: ai prezzi attuali, un mestiere non facile, specialmente se si vive solo di stipendio o pensione, o si è una giovane coppia e non si ha qualche disponibilità economica da parte. Mestiere  difficile se si è semplicemente  anziani, senza qualcuno dal quale avere una mano nella ricerca. Mestiere arduo se si è stranieri , con la difficoltà di farsi capire e la necessità di superare le diffidenze dei tanti incapaci di comprendere che l’onesto e il disonesto ci sono dappertutto, a prescindere dalla razza. Se si è stranieri è abbastanza probabile finire nelle mani di quelli a cui i non italiani vanno benissimo, a condizioni che strapaghino una stanza mal messa o poco più.

Il Comune potrebbe farsi carico del censimento delle case libere disponibili per l’affitto, mettendo poi questa banca dati a disposizione di tutti quelli che potessero averne bisogno. Si potrebbe anche cercare un accordo tra le organizzazioni sindacali della piccola proprietà immobiliare e degli inquilini, in modo da mettere a disposizione case ad affitto concordato.Un sistema per dare un servizio a padroni di immobili e futuri inquilini, facilitando il loro  incontro.

Oggi può anche succedere di non avere più una casa da un giorno all’altro. E’ capitato anche a Villafranca.  Le difficoltà famigliari, con i rapporti che si spaccano,  sono un caso tutt’altro che raro. Il Comune, se avesse quella banca dati sugli immobili disponibili per l’affitto, potrebbe fornire un aiuto concreto sapendo dove indirizzare chi ha bisogno di trovare un nuovo alloggio. Un sostegno che non costa nulla: per metterlo in piedi serve solo decidere e fare  quell’elenco delle case sul mercato. Potrebbe essere un lavoro da “tavolo del sociale”, visto che i suoi componenti non vengono più convocati da circa 4 mesi, nonostante tutte le promesse dell’amministrazione comunale. Magari il “tavolo” potrebbe anche porsi il problema di un locale da destinare ad alloggio di primo soccorso, per risolvere eventuali situazioni temporanee di necessità urgente che dovessero porsi. Una stanza del genere potrebbe essere pensata, ad esempio, a livello di Valtriversa, per essere utile a tutti i paesi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI